Lettori fissi

sabato 26 novembre 2016

Recensione "L'AMORE E' PER TUTTI" di Mara Boselli


TITOLO: L'amore e' per tutti             
AUTORE: Mara Boselli                    
CASA EDITRICE: Nativi digitali edizioni
PAGINE: 150                                  
GENERE: Romanzo contemporaneo   
FORMATO: eBook / cartaceo          


Buonasera a tutti readers!
Oggi volevo presentarvi questa nuova lettura. "L'amore e' per tutti" semplice, scorrevole e molto intenso, tratta un argomento delicato e attualissimo, l'omosessualita'. Mara Boselli, nel suo romanzo, tocca tematiche di cui molto spesso si parla, come matrimoni omosessuali, il desiderio di diventare genitori e i diritti sui rispettivi compagni che spesso a queste coppie vengono negati. Mi piacerebbe interagire con voi e sapere le vostre opinioni, non solo sul libro, ma anche sui temi di cui parla. Buona lattura a tutti! 



TRAMA
Tre situazioni della vita comuni e spesso inevitabili, ma in questo caso con una complicazione in più: si tratta di tre coppie omosessuali ben decise a esercitare i propri diritti contro chi le considera delle “fuorilegge”. Camilla e Camilla, che si scoprono comicamente anime gemelle con lo stesso nome, Roberta e Giorgia, in lotta con la natura che le costringe a ricorrere a dolorosi trattamenti medici per poter concepire, e infine Alessia e Ilaria, alle prese con la sofferenza dei malati destinati a non guarire.
Tre le narratrici, all’occorrenza sei, in una parabola di gioie e frustrazioni che le porta ad ottenere ciò che desiderano o ad affrontare un futuro non sempre facile.
C’è ancora Milano sullo sfondo di “L’amore è per tutti”, nuovo romanzo di Mara Boselli che ci racconta la storia di sei donne alla ricerca di un loro spazio in una realtà che non le accetta per ciò che sono. Una storia toccante e al contempo fresca e ironica, che tratta di temi spinosi conditi con quel po’ di gioia che tutti prima o poi proviamo, e perdiamo.


RECENSIONE
"L'amore e'  per tutti" racconta la storia di tre coppie di donne omosessuali. La prima, Camilla e Camilla che l'autrice all'interno del racconto chiamera' Ca e Milla, due giovani ragazze che in una mattina come tante, si incontrano casualmente al bar. Ca e' una musicista, cresciuta in una famiglia troppo legata alle apparenze e all'opinione degli altri, motivo per cui i suoi genitori non riusciranno mai ad accettarla davvero. Milla, invece, e' un'orologiaia che lavora a finco del padre, un uomo silenzioso che fa fatica a dimostrare i suoi sentimenti, ma che fin da subito sapra' dimostrare alla figlia il suo appoggio e la sua approvazione riguardo al suo orientamento sessuale. Il tema che riguarda questa coppia e' quello del matrimonio, un sogno che, moltissime coppie omosessuali, purtroppo non potranno mai realizzare.


"La legge è diritti, ma è anche doveri. Anche l’amore è diritti, ma anche doveri. Forse perché la legge più alta che possiamo rispettare è anche la più semplice: amarci l’un l’altra"

La seconda coppia e' quella di Giorgia e Roberta, due donne ormai insieme da tempo, innamorate, convinte di voler invecchiare insieme e con un solo desiderio: diventare una vera famiglia. Le due partiranno per Copenaghen, dove affidandosi a un'equipe espertissima proveranno ad avere un bambino. Anche loro, non avranno la totalita' della famiglia dalla loro parte, in particolare il padre di Roberta che, per un motivo tutto da scoprire, accettera' solo alla fine la compagna di sua figlia.


"Facciamolo anche noi. – Giorgia si era voltata, ma non sembrava avere troppo chiaro che cosa avrebbero dovuto fare anche loro, forse era il caso di essere esplicite – Un bambino. Facciamolo anche noi”. 


Infine, la terza ed ultima coppia e' quella di Ilaria e Alessia, una coppia felice e innamorata che verra' distrutta dalla realta' piu' crudele che una coppia puo' trovarsi a vivere. A Ilaria viene diagnosticato un tumore al terzo stadio che mettera a dura prova le loro vite e la loro storia. 


" Potresti aspettare ancora un po’, ad andare via.” le aveva proposto. “E perché?” aveva sussurrato Ilaria. Che diavolo di domanda era quella? Perché questi non erano i patti. Perché noi due dovevamo invecchiare insieme. Perché c’è una partita a scacchi che dovevamo finire. Perché non ti ho mai portato a Cuba. Perché voglio ancora ballare con te. Perché voglio mangiare di nuovo la tua carbonara. Perché io non ricordo mai il pin del mio telefono e tu, invece, sì. Perché voglio fare ancora l’amore con te. Perché tu stiri meglio le camicie: “Perché ho ancora delle cose da dirti”. 



Questa coppia vi fara' riflettere sui diritti a cui le coppie omosessuali aspirano, ma che puntualmente gli vengono negati, al punto che Ilaria, travolta dalla paura di morire, sara' costretta a rivolgersi a un avvocato per mettere per iscritto che la casa dove aveva vissuto per tantissimi anni con Alessia potesse rimanere a lei dopo la sua morte.


"Era furibonda con quello Stato che non le riconosceva il diritto di assisterla, che non le concedeva congedi dal lavoro, ad esempio, perché a livello ufficiale lei non era niente. Un niente che durava da quasi vent’anni."


Sento di dovervi consigliare questa lettura piu' per i contenuti che per la storia. Vivere i sentimenti dei protagonisti vi fara' capire quante difficolta' si puo' essere costretti ad affrontare per essere colpevoli di una cosa sola: AMARE!


Vi lascio sotto il link dove potrete acquistare il libro. Grazie alla casa editrice Nativi Digitali Edizioni per avermi permesso di leggerlo. Buona lettura a tutti!


VOTO: 7,5
CONSIGLIATO




Nessun commento:

Posta un commento